Rif. Benigni da Ornica e da Cusio

Giovedì, 21 Giugno, 2018

Oggi è stata una giornata soleggiata; solo in quota, per buona parte della mattinata si è avuto un bel po’ di nebbia.

Avevamo previsto l’accesso al rifugio partendo tutti da Ornica ma con saggezza i responsabili hanno optato per prevedere due percorsi.

Il gruppo più piccolo, 5 persone, è partito da Ornica, ha percorso la salita nella Valle d’Inferno e poi seguendo il sentiero 101 delle Orobie occidentali con direzione verso est, ha raggiunto il rifugio Benigni percorrendo ben 9 chilometri con un dislivello complessivo di circa 1600 metri.

Per “farla più breve”, il secondo gruppo, in undici, hanno seguito il percorso classico, salendo con l’auto sopra Cusio e lasciando le auto in località Sciocc.

Se in alto è mancata la visione panoramica dei bei luoghi, durante il tragitto sono stati i prati scoscesi ed i pietrosi canaloni a regalarci la visione di innumerevoli fiori di ogni specie e colori.

Passeggiando verso Cima Piazzotti si sono lasciati osservare e fotografare diversi camosci; sui sentieri di salita, invece, le marmotte si nascondevano il più in fretta possibile.

Abbiamo mangiato tutti insieme un ottimo piatto di pasta con ragu di cervo e pure insieme abbiamo intrapreso la via del ritorno lungo il ripido canale che porta verso il Passo Salmurano e quindi verso la Casera Valletto.

I cinque che dovevano scendere fino ad Ornica a questo punto si sono separati avviandosi giù per la Valle di Salmurano. Questa mulattiera è molto ben segnata: in buona parte attraversa in fitto bosco e poi passa attraverso ripidi prati su parte dei quali si sta facendo fienagione; ci segue sempre il rumoreggiare del torrente. Si incontrano belle baite ristrutturate e cascine prima di arrivare ad Ornica che abbiamo, infine, attraversato a monte per raggiungere l’antico Santuario della Madonna del Frassino nei pressi del quale si trovava parcheggiata la nostra auto.

Gli undici escursionisti che sono discesi da Cusio penso che ci avranno preceduto di almeno un’ora nel rientro a casa e non ho alcun dubbio che anche per loro questa ennesima giornata trascorsa in montagna è stata interessante, piacevolmente “faticosa” e gioiosa.

                            Rosanna

Percorsi: LUNGO: Km 15.5 dislivilello tot. mt.1600 - CORTO: Km 11.7 dislivello tot. mt. 850

Partecipano: Adriano, Annamery, Armando, Domenico, Efrem, Elio, Elisabetta, Gianmario, Gigi, Graziella, Luciano, Marilena, Nando, Roberto, Rosanna, Sandro N