Rifugio Albani e Monte Ferrante

Giovedì, 10 Settembre, 2020

E’ il 10 di Settembre e il gruppo sportivo Marinelli ha ripreso le escursioni sui monti.

Attenendo alle disposizioni, con le auto, utili a scongiurare il ritorno del “virus”, siamo giunti a Colere avendo l’obiettivo di raggiungere il rifugio Albani, poi il M.te

 Ferrantino ed, ultimo, se non troppo stanchi, il M. Ferrante.

La giornata è stata in buona parte soleggiata; qualche nuvola e qualche sprazzo di nebbia sulle cime hanno dato un segno del vicino periodo autunnale; poche gocce di pioggia alla fine del nostro cammino, al rientro in Colere, ci hanno fatto da battesimo per la nuova stagione escursionistica, dopo mesi di stop.

Il percorso a tutti ben noto, è abbastanza impegnativo ma i partecipanti hanno dato segno di aver ancora un buon allenamento e tanta buona volontà e solo in tre, molto giustificabili, si sono fermati al M. Ferrantino. Gli altri hanno, con soddisfazione, raggiunto, poco dopo mezzogiorno, la vetta del M. Ferrante.

Al ritorno, fatta la necessaria sosta presso il rifugio Nido D’Aquila, chiuso, per il pranzo, ci siamo diretti verso le piste da sci per raggiungere la stazione di arrivo della seggiovia di Malga Polzone, poi Colere, seguendo il ripido pendio della montagna, scavata e modificata per tracciare la grande pista “Italia”, vanto della stazione sciistica di Colere.

Prima di tornare a casa ci siamo fermati al bar per una bibita rinfrescante ma, soprattutto, ho notato, per prolungare il piacere di esserci ritrovati e di poter condividere il nostro grande amore per i fantastici paesaggi montani che conosciamo molto bene ma che sempre ci riservano bellezza e sorprese.

                  Rosanna

Percorso Km 16 circa - Dislivello mt.1400 circa. (dai 1000 mt di Colere ai 2427 mt del Monte Ferrante)

Partecipanti: (n.11) Adriano, Armando, Giovanna, Giovanni, Graziella, Luciano, Martina, Meri, Roberto, Rosanna. Sandro.