Monte Golla e dintorni

Giovedì, 5 Settembre, 2019

Guardando dal basso, avvicinandoci al rifugio Longo, il monte Punta Aga fa un po’ paura tanto è aguzzo e roccioso.

Invece non è un’ascesa pericolosa perchè dal Passo Cigola inizia una bella conca ghiaiosa, che prima non vedi, e che sale fino alla corta cresta sommitale; la traccia di sentiero nello sfascio di pietre è ben evidente e facile, è solo molto ripido.

Partendo da Carona la strada fino al rifugio Longo è…..lunga e comoda, poi, soprattutto dopo il lago Del Diavolo, il tracciato diventa montano e si fa più impegnativo fino a raggiungere il passo Cigola: da qui ci si affaccia sulla Valtellina.

Alcuni di noi hanno concluso a questa quota la loro ascesa; gli altri hanno affrontato gli ultimi 250 metri circa di dislivello per raggiungere la vetta.

La  temperatura di una giornata  soleggiata ma fresca ci ha sollevato un bel po’ dalla fatica della salita e dalla vetta il solito ma sempre bellissimo panorama  ci ha intrattenuto a lungo, nonostante la  ristrettezza dello spazio che ci obbligava a spostamenti molto cauti, soprattutto durante i nostri scatti fotografici, per non rischiare infauste cadute.

Siamo tornati per il medesimo percorso e nella discesa ci siamo ancor più resi conto di quanto “camminare” abbiamo fatto ieri, il mio conta-passi ne ha registrato 30200 all’incirca.

Al rifugio Longo ci siamo fermati, con il caldo sole in faccia, per lo spuntino del mezzogiorno (erano però già la due del pomeriggio); quindi,  la seconda parte della discesa è stata lieve e ci ha favorito nei nostri amichevoli discorsi e interessanti scambi di idee (o, viceversa, ….le chiacchiere ci hanno reso leggero il cammino).

                                Rosanna

Percorso: Km 21 - Dislivello mt. 1550

Partecipanti: Alba B., Alba P., Alvaro. Armando, Dario, Fausto N., Giovanna, Giovanni, Graziella, Roberto, Rosanna, Sandro, Tatiana e Rodolfo che, trovandosi già in loco, ci ha preceduto nella salita ed ha raggiunto la vetta del Monte Cigola, e poi è disceso con noi.