Monte Campagano

Giovedì, 2 Dicembre, 2021

E' stata forse la prima vera uscita con equipaggiamento invernale, dalla partenza di Valcanale tutti con i ramponi ai piedi per il fondo ghiacciato della strada che porta al Rifugio Alpe Corte.

Giornata bella e previsioni meteo rispettate, il sottile strato di neve fresca che abbiamo trovato sul percorso era stato previsto, come pure il rasserenamento del cielo nel corso delle prime ore del giorno.

Un escursione contrassegnata dalla disavventura capitata al nostro Fausto N. che dopo pochi minuti di cammino ha avuto un improvviso calo di pressione, a tal punto da non reggersi più in piedi accasciandosi a terra.

Risultati vani alcuni tentativi per fargli riacquistare le forze, visto che le condizioni fisiche  andavano peggiorando, abbiamo deciso di far intervenire l’elisoccorso.

Fortunatamente ci trovavamo in zona disboscata e l’elicottero ha potuto subito localizzarci e in breve tempo portare a termine il soccorso e trasportare fausto in ospedale.

Se da un lato, l’imprevisto ci ha costretti a ridimensionare il programma della giornata, dall’altro ci ha fatto riscoprire lo spirito solidale del gruppo, che personalmente sono convinto che nel nostro gruppo non sia mai mancato.

La Baita di mezzo di Zulino è stato il punto più elevato raggiunto, qui dopo pranzo, il gruppo ha voluto ricordare insieme a Gigi, l’amata Marilena, proprio oggi ricorreva l’anniversario della sua scomparsa, dopo la preghiera abbiamo cantato dedicandole la canzone “Signore delle Cime” il canto era una sua passione.

Il rientro è avvenuto con un bel giro ad anello, su un traverso in piano che ha toccato prima la Baita Bassa di Campagano, scesi nei pressi del Rifugio Alpe Corte, abbiamo rimesso i ramponcini e ripreso il sentiero fatto in salita con fondo ghiacciato fino al parcheggio.

Armando

Percorso: Km 13, Dislivello Complessivo: m 850

Presenti gli escursionisti: Adriano, Alba B. Armando, Fausto N. Giliola, Giovanna, Giovanni, Gloria, Luciano, Luigi, Roberto e Sandro