Alta Via delle grazie 1ª tappa Bergamo-Selvino

Giovedì, 28 Novembre, 2019

Partiamo con il buio alle sette del mattino, il ritrovo è alla stazione TEB di Albino, a quell’ora il trenino è pieno di studenti accalcati come sardine (come le piazze di questi giorni dal nuovo movimento di protesta) giunti in quel di Bergamo, ci dirigiamo di buon passo sul Viale Papa Giovanni XXIII verso la chiesa di S. Maria delle Grazie   dove speravamo di trovare ancora qualche altro nostro escursionista ad attenderci. Restiamo noi sette e attendiamo la fine della S. Messa in corso. Alle 8.15 Don Francesco ci accoglie in sacrestia per la registrazione e la consegna della credenziale, che è il lasciapassare per usufruire dei servizi posti sul percorso (Ostelli, e altre strutture convenzione a prezzi concordati). 

Ricevuta la benedizione da Don francesco, alle 8.45 ha inizio la lunga camminata che si concluderà a Selvino alle 16 del pomeriggio.

prima tappa Monterosso, qui inizia la salita alla maresana con il sentiero CAI 533, raggiunto il colle si prosegue su strada fino alla Croce dei morti. Alla Cà del Latte (m.694), abbandoniamo il CAI 533 per prendere il 532 che in discesa conduce a Olera.

Qui abbiamo la fortuna di incrociare il nostro amico Silvano che rintraccia il custode della chiesa di San Bartolomeo, dandoci la possibilità di entrare e visittare i famosi e pregiati capolavori contenuti.

Si riparte dopo una mezz'ora riprendendo il sentiero 532 in gran parte pianeggiante fino alla località Burro, qui il sentiero riprende a salire incrociando più volte la strada provinciale che conduce a Monte di Nese e che percorreremo solo per il tratto finale per raggiungere la chiesa di Monte di Nese (m.800) dove arriviamo verso le ore 13.

Facciamo mezz'ora di sosta per il pranzo a sacco seduti su i gradini della chiesa in quel momento chiusa, poi si riparte ancora su strada fino a raggiungere il leggera salita la località Castello dove riprendiamo il sentiero CAI 533  per Salmezza.

Il sentiero dopo un lungo tratto pianeggiante, e uno breve di discesa, riprende in maggior parte a salire e dopo un ora circa di cammino raggiungiamo immersi nella nebbia la località Salmezza (m.1000).

Fortunatamente la nebbia si dirada e permette anche di fare foto di suggestivi panorami. 

Da qui il percorso dell' Alta via delle Grazie prevede di raggiungere anche il Santuario della Beata Vergine Maria di Monte Perello a Sambusita (Algua), ma vista l'ora tarda decidiamo di andare direttamente Selvino con la comoda strada, considerando che una volta raggiunta la meta finale della prima tappa, ci resta ancora una buon ora di cammino, tra mulattiera che scende in Albino e le vie per raggiungere Desenzano e Comenduno. 

                                                                    Armando

contenuti permette di visitare la  fa aprire apre   ul si  Km 3.2 q.ta 268 m 

Percorso: Km. 21,800 dislivello totale: mt 1420

Partecipanti: Armando, Clara, Elisabetta, Giovanna, Giovanni,